sabato 1 marzo 2008

DE INFINITO

Sospesa su di un blu cristallino
al vertice del mondo.
Mi sento angelo, in solitaria
dall'alto di una rupe
vigilo il mare
e quel sole che dentro vi si specchia.
Rumore di infinito
e brezza silenziosa
sostengono le mie ali.
Mirando la Costa Blanca
en suberana libertad
soy fuego y corazon
que siento temblar en mi alma
asi' con la sonrisa
de una niña
que abre los ojos
y se hace mundo

3 commenti:

Medusa ha detto...

Dovrei andare lontana dalla gente, dall'esposizione... in campagna magari

Voxdei ha detto...

Salmi 91:11-16
Poiché egli comanderà ai suoi angeli di proteggerti in tutte le tue vie.
Essi ti porteranno sulla palma della mano,perché il tuo piede non inciampi in nessuna pietra.
Tu camminerai sul leone e sulla vipera,schiaccerai il leoncello e il serpente.
Poich'egli ha posto in me il suo affetto, io lo salverò;
lo proteggerò, perché conosce il mio nome.
Egli m'invocherà, e io gli risponderò;sarò con lui nei momenti difficili; lo libererò, e lo glorificherò.
Lo sazierò di lunga vita
e gli farò vedere la mia salvezza.

vitanonlongaest ha detto...

bella poesia dagli echi saffici...e poi l'ultima parte che frammischia un po' di spagnolo, la mia madrelingua