venerdì 17 aprile 2009

ULTIMO DIA DE TRABALHO

Le azioni si svolgono consuete. Suona la sveglia e mi tiro giù dal letto, in una sequenza più rallentata delle altre questa mattina...Mi lavo, piccola colazione e giù per rua Filipe Nery, largo do Rato e svolta a sinistra in Rua de Salitre. Cinque minuti e sono all'Istituto Italiano di Cultura, con il mio solito ritardo di mezz'ora. Riccardo come al solito non è ancora arrivato, fa sempre più tardi. Prendo i giornali, salgo in biblioteca, li timbro e li espongo. Il Corriere della Sera è puntuale, la Repubblica arriva sempre in ritardo di un giorno.
Accendo i computer, controllo la mia posta e scendo da Fabrizio per chiedergli novità, o articoli da scrivere, o rassegna stampa da recuperare...
È nuvoloso oggi il cielo, piove, come fa da più di una settimana ormai. È la solita ripetizione del mandala, il cerchio, e io che cammino intorno: sono arrivata con la pioggia qui a Lisbona, vado via con la pioggia. L'intermezzo è di sole, ma già appare lontano, come vita vissuta, cicatrizzata addosso, ma già dimenticata, come quei tatuaggi che si dimentica di avere perché passano sempre sotto gli occhi. Lisbona già non è più mia, ripenso al ritorno, a quello che ho lasciato lì, e che probabilmente non riprenderò, ai miei impegni di sempre...
O forse Lisbona è più mia di quanto possa pensare..Il flashback torna alla fine, quando comprendi di non possedere più quella realtà e le immagini si fanno più fitte. Il mio cuore stamattina canta FADO...

3 commenti:

isaac davis ha detto...

espero que leves de lisboa e de portugal uma boa recordação e que regresses, um dia! terás sempre uma porta aberta à tua espera...
beijo e bom regresso a casa!

skeggia di vento ha detto...

ci siamo sentite stamattina...siamo tristi tutte e due...nostalgia canaglia eh???ale posso solo assicurarti che qui qlc che ti vuole abbracciare c'è sicuro. ti voglio bene

Anonimo ha detto...

Ogni cosa che lasci dietro fa parte di te... come lo fa Lecce per me.. sorellina mia... spero vada bene il tuo rientro!
Sono sicura che Lisbona ti ha fatto imparare tante cose..oltre il tirocinio... Un besito locaaaa