giovedì 4 marzo 2010

LENTAMENTE MUORE di Pablo Neruda

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni
giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marca, chi non
rischia e cambia colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su
bianco e i puntini sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno
sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti
all'errore e ai sentimenti.

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo, chi è infelice sul
lavoro, chi non rischia la certezza per l'incertezza, per inseguire un
sogno, chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai
consigli sensati. Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi
non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso. Muore lentamente
chi distrugge l'amor proprio, chi non si lascia aiutare; chi passa i
giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo, chi non
fa domande sugli argomenti che non conosce, chi non risponde quando gli
chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di
respirare.
Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida
felicità.

8 commenti:

Pol ha detto...

questo è un colpo basso, però...

un tocco di zenzero ha detto...

Pol..ricordi dell'idea che mi infilasti in testa riguardo allo stage alla BBC? Beh mi sto avvicinando..vado a vivere per due mesi a Londra, ma farò uno stage presso un'altra azienda...chissà che prima o poi non vada a bussare alla porta della BBC..
PS: ti servono inviati esteri da Londra??? ahahah
bacione

Pol ha detto...

wow, che meraviglia!!! prevedo un futuro fantastico... un giretto alla Bbc me lo farai fare, prima dell'edizione delle 20... sono contento!

un tocco di zenzero ha detto...

quando vuoi puoi passare da Londra, ti ospito!! Andiamo a bussare insieme alla redazione!!! ;)
Per ora mi limiterò a scrivere articoletti per un'azienda di turismo..poi chissà..

skeggia di vento ha detto...

anche se sarà difficile vivere senza di te, sò che farai un sacco di belle cose... niente lagrimoni... tra noi solo sorrisi, anche quelli vicino all'aeroporto..
ti voglio un bene immenso...

josé alberto lopes ha detto...

parabéns pelo estágio na bbc. londres deve ser fantástica!
fico a torcer pela tua felicidade, tanto a nível pessoal como profissional. tudo de bom para ti. tu mereces.
beijo

un tocco di zenzero ha detto...

Meu amigo vou-me em Londres... é verdad, mas nao para fazer umo estagio na BBC...Gostaria mas é so' um sonho...Vou escrever para uma empresa de turismo... hehehehe

josé alberto lopes ha detto...

entendi mal então. mas, em todo o caso, parabéns por londres. viseu, lisboa, londres... é sempre a subir!...